logo-scritta-A

Francesco Brioschi: "Un'istruzione popolare, adatta ai bisogni di tutti..."

"Col crescere dell'istruzione crescerà l'operosità privata e la ricchezza, ma collo sviluppo della ricchezza aumenterà ancora lo sviluppo della cultura, e l'una e l'altra insieme questa meravigliosa Roma alla sua terza grandezza; grandezza auspicata dai voti concordi di tutta la nostra nazione, che fino dai primi giorni del suo risorgimento, incerte ancora le sorti d'Italia, con profetica fede acclamò capitale", con queste parole Brioschi ripercorre il sogno risorgimentale e l'idea di Sella di Roma capitale non solo politica ma anche e soprattutto morale, civile e culturale dell'Italia unita. Ma al mosaico disegnato da Sella, Brioschi aggiunge un nuovo tassello quello dello sviluppo della scuola di ogni ordine e grado, necessaria non solo per lo sviluppo di una buona classe dirigente ma anche per la crescita di tutti i ceti sociali, anche quelli più bassi.